Dt circle , Dt coin e big data

 Iscrivendoci ad un sito web, aprendo un conto in banca o facendo la spesa quotidianamente cediamo dati in cambio di servizi o beni ma a quali costi? 

 Le nostre preferenze, I gusti ,le scelte, le nostre criticità intercettati costituiscono un potere enorme:

Quindi PIU’ CONTROLLO per il sistema e MENO PROTEZIONE per noi.

Ebbene, non pensate che quella perdita essenziale di dati che subiamo merita forse uno scambio più equo?

Se la risposta è sì, dovreste leggere questo articolo con molta attenzione.

A tutte queste domande risponde l’imprenditore romano Daniele Marinelli, attraverso una nuova rivoluzione tecnologica.

Daniele Marinelli, imprenditore 46enne di origini romane con un passato da consulente aziendale e commercialista, ha messo a disposizione la sua grande preparazione economica e la sua passione per il digitale per un progetto che pone al centro l’esperienza dell’utente e la valorizzazione economica dei suoi dati.

L’ambizioso progetto si chiama DT Circle.

DT Circle: l’ecosistema che valorizza i nostri dati

DT Circle è un sistema creato per ottenere il massimo dal valore dei propri dati, non a caso “DT” sta proprio per DATA. E’ una piattaforma costruita su blockchain all’interno della quale gli utenti possono condividere esperienze, partecipare a corsi di alta formazione, aderire a progetti benefici, interagire ed effettuare acquisti. Grazie allo sharing di queste singole azioni, ciascun utente immette dei dati che non fanno altro che aumentare il valore della community in cambio del quale si ottiene un reale guadagno economico in DT Coin, la criptovaluta che è alla base di tutto il sistema. La parola magica è condivisione, è infatti grazie alle interazioni che gli utenti potranno monetizzare le proprie esperienze, consentendo in questo modo a tutto l’ecosistema di crescere in modo esponenziale.

Il Dt coin

Il DT Coin è una moderna criptovaluta che si differenzia da tutte le altre innanzitutto per la sua stabilità, il suo valore è basato infatti sul traffico di dati generati e raccolti, un mercato potenzialmente infinito e non soggetto a speculazione o a crisi economiche. Tutte le criptovalute hanno come “limite” quello di essere assoggettate ad una costante fluttuazione del prezzo in dipendenza delle dinamiche del mercato e della quantità di moneta che viene acquistata e venduta, il DT Coin invece non subisce tale problematica basandosi appunto sul mercato dei dati.

Caratteristiche salienti del DTCOIN di Daniele Marinelli:

– velocità delle transazioni:

se per transare Bitcoin serve infatti circa un’ora, per scambiare DT Coin basta un secondo: transazioni in tempo reale e soprattutto sicure!

– sicurezza e privacy:

La sicurezza è infatti un altro tema molto caro al sistema delle monete digitali e per questo motivo, il team di Daniele Marinelli ha creato un qualcosa di estremamente sofisticato in termini di sicurezza e privacy: tutti i wallet e relative transazioni sono crittografate con algoritmo hash a 90 caratteri alfanumerici, costruito in tecnologia XOR e questo rende la transazione totalmente anonima.

– exchange Forcet Market Cap:

Attraverso questo avanzato strumento algoritmico è possibile monetizzare il massimo da ciascun DT Coin, si tratta infatti di un sistema a capitalizzazione forzata ove, a ciascun ciclo di messa in vendita della moneta, corrisponde un aumento del prezzo iniziale.

Roadmap 2018

A dicembre 2018 saranno presentati tutti i nuovi strumenti per poter utilizzare i DT Coin, ad iniziare dai Wallet online necessari alla gestione dei portafogli su computer e tramite applicazioni certificati per sistemi Android e Windows.

E’ già attiva una applicazione, la DT Pay, per consentire la gestione delle monete tramite app e per individuare tutte le attività commerciali in cui è possibile spendere i propri DT Coin.

A fine 2018 sarà presentata inoltre la DT Cash, una moneta decentralizzata ed anonima che adotterà una tecnologia mining proof-of-stake (POS) o proof-of-job (POJ).

Altra novità sarà il DPoS, un sistema innovativo che differisce dal PoS soprattutto per la convalida delle transazioni. Il PoS infatti, per convalidare una transazione, prevede un coinvolgimento dell’intero network mentre nel sistema DPoS, questo onere non ricade sull’intera rete, ma solo su un limitato numero di delegati.

Roadmap verso il futuro

Nel 2020, e precisamente il 30 giugno, arriverà sul mercato la tanto attesa evoluzione del DT Coin 1.0 e cioè il DT Coin 2.0. Questa moneta rappresenterà il perfetto equilibrio tra DT Coin 1.0 e DT Cash e avrà le seguenti caratteristiche:

wallet verificati con KYC per aumentare la trasparenza e fiducia dell’utente;

ecosistema decentralizzato e distribuito;

gestione dei dati decentralizzata;

blockchain decentralizzata;

emissione centrale delle monete e in seguito distribuita;

nessuno puó trasferire, confiscare o sequestrare la moneta;

privacy con trasparenza (e senza anonimato) nel modo in cui vengono effettuate le transazioni;

piena conformità con la normativa (conformità con le principali giurisdizioni e sviluppo degli standard industriali);

transazioni veloci sotto i 60 secondi;

numero limitato di coin;

smart contract.

Chiaramente con l’arrivo del DT Coin 2.0 arriveranno anche tanti nuovi prodotti come i Wallet 2.0, la DT Chat, il DT Shop, la DT Card, la DT Bank.

Commenti