Mai come in questo periodo storico, parole di origine inglese entrano a far parte del nostro lessico normale. Questo è dovuto alla globalizzazione ma anche alla grande diffusione della tecnologia che sta raggiungendo, sempre più, le persone in ogni angolo del mondo. Le parole che sono entrate nell’uso comune sono quelle come Bitcoin o Criptovalute, parole ormai note che non necessitano più di una spiegazione.

Cosa significa Blockchain?

Se vogliamo analizzare la parola a livello etimologico, questa significa esattamente catena di blocchi ma cerchiamo di capire cosa si intende quando si utilizza la parola Blockchain e in che contesto possiamo sentirne parlare.

Valuta un’opzione per incrementare i tuoi risparmi

Come per Bitcoin e Criptovalute, questo termine si usa particolarmente in ambito economico finanziario e in parole semplici, si parla di un sistema tecnologico che contente di effettuare delle transazioni di denaro sicure e senza che sia necessario che ci sia un soggetto mediante come può essere una Banca. 

Andando nel dettaglio, la Blockchain è un registro digitale in cui tutti i dati che vengono inseriti sono strutturati in blocchi che si collegano ad altri successivi blocchi generati in ordine cronologico. Tutti i blocchi hanno una sicurezza altissima dovuta alla presenza della crittografia, il sistema che permette ai dati di non essere rubati dai malfattori virtuali.

Immaginiamo di eseguire una transazione per esempio di bitcoin; questa operazione crea un nuovo blocco collegato al precedente che è stato inserito da qualche altro soggetto tramite un nuovo nodo. Il nuovo blocco deve ricevere delle autorizzazioni che provengono da migliaia di computer nel monto che ne validano l’operazione. Una volta  che si riceve l’autorizzazione i dati creati con l’la nostra transazione diventano dati permanenti ed immodificabili.

Questo nuovo blocco, con i suoi nuovi dati, è visualizzabile da altre persone ma non è modificabile perché è presente la crittografia dei dati stessi.

Quando viene usata la Blockchain

La Blockchain ha delle potenzialità enormi dovute alla sua struttura sicura e condivisa. I campi di adottabilità sono davvero numerosi ma sicuramente sono perfetti quelli in cui si tratta di trasferire monete virtuali come le criptovalute ma anche denaro “tradizionale”. 

La struttura a catena della Blockchain è tanto sicura da essere considerata un’eccellente alternativa alle transazioni che generalmente facciamo tramite le banche. Una peculiarità della Blockchain, come abbiamo detto, è che i dati inseriti sono permanenti ed immutabili. Quindi è davvero difficile che qualcuno possa rubare denaro o informazioni inseriti in un blocco perché dovrebbe essere in grado di modificare le informazioni precedentemente aggiunte in  tutti gli altri blocchi.

Questo è pressoché impossibile perché non sarebbe sufficiente modificare un solo blocco ma tutti quelli precedenti a questo. Per capire meglio, immaginiamo una torre di 100 piani fatta di blocchetti di legno dove i nostri “blocchi” sono posti al centro con intorno una recinzione.

Un ladro vuole rubare le informazioni o denaro del blocchetto posto al piano 89. Per poterlo fare dovrebbe prendere il blocchetto 89, operazione di suo molto già complicata perché va superata la recinzione e poi deve prendere il blocchetto, ma contemporaneamente dovrebbe riuscire a prendere e modificare gli 88 blocchetti posti sotto senza che si muovano di un solo millimetro.