Ti è mai capitato di addentrarti in un sito di e-commerce per la prima volta, specie di quelli più noti, e trovare che, al momento dell’acquisto, ti chiedano dei codici promozionali per uno sconto? Oppure, al momento della registrazione te ne viene offerto uno, con cui puoi fare i tuoi acquisti, a patto che rientrino entro una certa somma.

Beh, è cosa normalissima, risparmiare con i codici promozionali sul web è la norma ormai. I codici promozionali ormai sono diventati uno dei metodi più spesso sfruttati dalle aziende, di qualunque settore, sia per attirare nuovi clienti e fidelizzarli, sia per mettere in vetrina le loro offerte più importanti.

Si tratta di un metodo non nuovo, già prima dell’era digitale si usava ricavare dei “buoni” dai quotidiani. Ecco, i codici promozionali sono un po’ l’evoluzione di quei buoni. Dunque risparmiare con i codici promozionali sul web è più che fattibile, è pressoché per tutti.

Facciamo un po’ di chiarezza, però.

COMINCIA TUTTO CON COCA-COLA

Fu infatti Coca-Cola la prima a utilizzare dei codici promozionali, o per meglio dire, i codici sconto, nel lontano 1887. L’azienda all’epoca era ai suoi inizi, e aveva bisogno di farsi conoscere, espandere la sua clientela oltre i più semplici farmacisti, i quali, sembrerà assurdo, consigliavano l’arcinota bevanda come rimedio per alcune malattie. Per andare oltre ciò, Coca-Cola allora decise di distribuire per le strade, ovunque, inviare per posta, e poi stampare sui giornali dei piccoli biglietti che garantivano un bicchiere gratis della famosissima bibita. Il successo fu incredibile.

I codici sconto tornarono poi nel 1929, quando gli americani, soffocati dalla crisi economica e rimasti senza un soldo, si videro costretti a usare questi particolari “biglietti” anche per la spesa, per comprare le cose anche più banali come latte e uova. Dunque mettiamola così, si risparmiava con i codici promozionali anche più di cento anni fa. La differenza ora sta nel mezzo.

DA IERI  A OGGI

Dicevamo che i codici promozionali rappresentano un’evoluzione degli storici codici sconto creati da Coca-Cola nel 1887. Bene, la differenza fondamentale sta, prima di tutto nel mezzo: negozio fisico prima, negozio online ora, senza contare poi che i primi vanno ritagliati, i secondi li ricevi tranquillamente via mail; poi nella durata: i codici promozionali, a differenza dei buoni sconto, che durano dai 12 ai 24 mesi, hanno una durata piuttosto breve … quanto una normale promozione, appunto. Infine, mentre i buoni sconto ti permettono solo di acquistare l’oggetto che preferisci nel negozio convenzionato, i codici promozionali ti concedono uno sconto che può arrivare anche al 70%. Allora arriviamo al punto: risparmiare con i codici promozionali sul web. Come?

Beh, basta iscriversi alle newsletter di siti come CodiceRisparmio, e aspettare comodamente a casa propria, senza stress, che arrivi la mail con il nuovo codice promozionale ogni settimana. Di siti simili ce ne sono ormai tanti, ma CodiceRisparmio è decisamente quello più fornito, per cui la scelta è incredibile. CodiceRisparmio è disponibile anche in app, scaricabile sia da Google Play che da Apple Store.

Commenti