Da ora in poi, la protagonista indiscussa delle monete digitali, dovrà infatti vedersela con Ethereum, che da inizio anno ha messo a segno performance di crescita da capogiro.

In che cosa si differenzia dalla rivale Bitcoin?

Si è sentito parlare poco di Ethereum perché le sue origini sono relativamente recenti, solo due anni.È stata creata nel 2014 dal programmatore russo Vitalik Buterin, considerato un vero genio matematico, il quale dopo aver abbandonato gli studi universitari, si è dedicato allo sviluppo di questa moneta.

Somiglianze e differenze di Ethereum con il Bitcoin

La tecnologia si cui si basa Ethereum è sostanzialmente la stessa della rivale, ovvero quella della blockchain, ossia un protocollo di comunicazione che identifica una tecnologia basata sulla logica del “database distribuito”, che non si trova fisicamente solo su un server (computer), ma che invece si trova su più computer nello stesso momento.

Rispetto al Bitcoin, Ethereum è stata pensata come uno strumento per le transazioni tra imprese. In pratica è stato messo a punto un protocollo di fiducia su cui costruire contratti tra due parti, che si possono applicare in settori completamente differenti tra loro, dalla finanza all’energia, passando dall’istruzione, senza la necessità di intermediari.

E l’idea sta riscuotendo grande interesse. Non è un caso quest’anno sia nato Ethereum Enterprise Alliance, un enorme consorzio che mette insieme imprese che lavorano all’integrazione di questa tecnologia nelle loro infrastrutture. Tra i big che hanno aderito all’iniziativa ci sono colossi mondiali dell’hi-tech del calibro di Microsoft, Intel, ma anche istituzioni finanziarie come Credit Suisse, Jp Morgan, Ubs, Bank of New York Mellon.

Anche Putin strizza l’occhio su Ethereum

Ma Ethereum non piace solo alle imprese. La nuova valuta virtuale è finita nel mirino del presidente russo Vladimir Putin, che la guarda come potenziale strumento per diversificare l’economia di Mosca.

Su questo terreno, anche la Banca centrale russa si è mossa già da tempo con un progetto pilota che utilizza la blockchain di Ethereum per elaborare pagamenti, così come la banca statale russa Vnesheconombank, che fornisce finanziamenti per progetti finalizzati allo sviluppo, ha utilizzato la criptovaluta per alcune funzioni amministrative.

Ultime news Ethereum

Mentre Bitcoin batteva record di prezzo, Ethereum ha battuto i record di transazioni, toccando circa 400.000 transazioni giornaliere e segnando valori che nemmeno mai Bitcoin era riuscito a raggiungere, e questo è un parametro di fondamentale importanza per la crescita di una cripto valuta.

Una maggiore adozione di una criptovaluta porta nel medio termine inevitabilmente ad un suo incremento di prezzo, dovuto al maggior utilizzo, effetto network e quindi capacità di attrarre nuovi investimenti e dunque capitali su di sé, portando allo sviluppo di nuovi progetti, prodotti e servizi in quello che diventa un circolo vizioso che si autoalimenta. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per essere ottimisti per ora sul futuro di questa criptovaluta.

ethereum

Commenti