Goldman Sach approva le cripto ?Le loro mosse iniziano a pesare

Goldman Sachs approva le cripto ? Sicuramente non puo’ entrare direttamente nel mercato delle criptovalute (e forse non potrà farlo mai)?

Perchè l’attuale Segretario al Tesoro, Steve Mnuchin, è un ex dirigente Goldman, così come i Segretari precedenti, Hank Paulson e Robert Rubin. Oltre a cio’ molti altri funzionari governativi di livello inferiore sono ex dipendenti di Goldman.

Sarà quindi praticamente impossibile, per via di questi legami inestricabili con l’establishment, aspettarsi di leggere un giorno sui media che la Goldman-Sachs approva le cripto o che ha investito questa o quella cifra su bitcoin.

Quindi meglio non stupirci della sua ambivalenza.

Ecco perchè Goldman parlerà sempre male delle cripto…

Ma allo stesso tempo non accetterà mai di stare in disparte mentre uno dei trend piu’ forti della storia gli passa sotto il naso.

Le ultime mosse in ordine di tempo sono state:

il finanziamento dell’acquisizione dell’ exchange Poloniex da parte della sua controllata Circle 

l’apertura (seccamente smentita) di un trading desk in cripto.

Invito a notare, per chi avesse ancora dubbi sul ruolo presente e futuro della Goldman nel mercato delle cripto, che la SEC (la già citata agenzia che regola i mercati finanziari americani) ha acconsentito a creare per Poloniex un percorso di approvazione “facilitato”.

Ora che le quotazioni delle cripto riprendono quota, tutti i grandi investitori che stanno dietro alla Goldman, inizieranno a entrare….anzi, lo hanno già fatto , proprio attraverso la piattaforma di Circle.

Quindi, per riassumere cosa fanno gli gli investitori di capitali che contano?

Hanno sfruttato gli ultimi mesi per aprirsi una strada comoda in questo mercato e per rafforzare il loro potere

Chi voleva strumenti defilati per non apparire ufficialmente,

chi aveva bisogno di indici di riferimento,

chi di canali di comunicazione diretti tra borsa e mercato delle cripto…

insomma, sembra siano state soddisfatte…le esigenze di tutti.

Ora non dobbiamo fare altro che aspettare ed assistere agli effetti di questo travaso di capitali.

Se appena il 5% dei capitali presenti nella finanza tradizionale confluisse nel mercato delle cripto, le quotazioni andrebbero alle stelle…”

Commenti