I terreni posso essere un bene prezioso, sia che siano edificabili, sia che siano semplicemente terreni agricoli. In genere si tende ad investire i propri soldi in immobili perché possono fruttare bene, sempre se il mercato immobiliare non si stabilizza come in questo momento in diverse zone d’Italia. 

Si può però decidere di investire, anziché in proprietà immobiliari, in terreni. Se si ha l’occasione di acquistare un terreno agricolo oppure lo si eredita, si può cercare di sfruttarlo al massimo per ricavarci un guadagno che può essere anche sostanzioso. Prima di procedere con la lettura ti invitiamo a valutare un ottimo modo per accrescere il proprio potere d’acquisto.

Quattro idee per guadagnare con un terreno

Le possibilità di far fruttare un terreno agricolo sono davvero molte e sicuramente la prima cosa che viene in mente è quella di iniziare con un’azienda di prodotti agricoli. Se non si possiede un terreno enorme, non si può pensare di coltivare i classici ortaggi perché si incorrerebbe nella sfrenata concorrenza dei grandi produttori agricoli.

E allora si deve pensare alla coltivazioni di alimenti di un certo pregio e che possano far guadagnare molto di più anche in relazione ad un terreno non eccessivamente grande. Tra le coltivazioni che fruttano maggiormente, sicuramente c’è quella dello zafferano, un prodotto davvero redditizio anche se richiede una certa dose di attenzione.

Ultimamente sono sempre di più le produzioni di frutti di bosco tra cui le more che non necessitano di grandi cure e rendono parecchio. Tra l’altro esistono varietà di rovi senza spine che favoriscono e facilitano la raccolta.

Qualsiasi tipo di coltivazione si scelga di fare, si deve predisporre un impianto idrico adeguato al prodotto e l’acquisto di macchinari per la raccolta o la semina.

Se il terreno è nei pressi di una città, un’idea che si sta sempre più radicando è quella di creare degli orti da dare in affitto. In pratica si prende il terreno e lo si divide in lotti che vengono poi affittati da chi vuole coltivare da solo le proprie verdure. Questo tipo di attività non costa nulla o quasi e può rendere parecchio; si devono considerare le spese relative alla gestione dell’acqua e dell’elettricità. In aggiunta al guadagno che si ricava con gli orti in affitto, si può integrare vendendo agli affittuari anche i semi e gli attrezzi per la coltivazione.

Scopri subito un modello di business interessante

Allevamento di animali

Un’altra possibilità è l’allevamento di animali di piccole dimensioni che non richiedono spazi enormi e che possono essere allevati su quasi tutti i terreni agricoli. Prendiamo per esempio l’allevamento di lumache, un cibo raffinato che in molti adorano. Per allevare le lumache va messo in preventivo un capitale di circa 20.000 euro che servirà a creare un ambiente adatto a questo animale come le recinzioni e gli impianti idrici che manterranno sempre la giusta umidità dell’ambiente, oltre alla creazione del giusto substrato di terreno che alimenterà le lumache.

L’apicoltura è un’altra opportunità che si può immaginare per sfruttare un terreno agricolo. Il miele italiano è tra i migliori al mondo grazie al nostro clima e alla varietà di piante e fiori che abbiamo e che sono alla base della qualità del miele prodotto.

Non ci si può improvvisare apicoltore ma si devono studiare tutte le tecniche che ci sono alla base di questo mestiere ma il vantaggio è che l’avvio di un’attività di apicoltore non è costosa. 

Va considerata la zona in cui abbiamo il terreno agricolo e vanno valutate le piante e i fiori che ci devono essere intorno alla zona perché da questo dipenderà la bontà del miele prodotto dalle nostre api. Il terreno ideale è quello posizionato in una località non eccessivamente umida e dove è possibile posizionare le arnie verso sud est così da avere sempre il sole.