Si parla di bolla immobiliare quando i prezzi dei beni immobili crescono in modo esponenziale nel giro di poco tempo. È possibile incorrere in una bolla immobiliare a seguito della pandemia da Covid19? Stando ai dati raccolti da S&P il rischio di incorrere in una vera e propria bolla immobiliare è lontano. Durante la pandemia però il prezzo delle case è effettivamente aumentato, anche se non in modo omogeneo in tutti i paesi europei. In alcuni paesi i beni immobili oggi risultano sopravvalutati. In altri paesi invece sottovalutati.

I paesi in cui il prezzo delle case è aumentato durante la pandemia

Alcuni paesi europei hanno visto durante la pandemia crescere in modo esponenziale il prezzo dei beni immobili, come Regno Unito, Svezia, Austria e Paesi Bassi. Questo aumento è stato dettato dai tassi di interesse bassi e dalla decisione di ridurre in modo netto le tasse sugli acquisti. Non solo, si tratta di paesi dove molte persone hanno risparmi da parte da voler mettere a frutto, paesi insomma piuttosto ricchi. Peccato però che l’aumento esponenziale dei prezzi degli immobili non sia correlato ad una crescita dello stipendio medio. Possiamo quindi dire che il mercato è sopravvalutato. Se la situazione non cambia, è possibile che il mercato immobiliare si arresti dato che pochissime persone potrebbero a quel punto permettersi l’acquisto di una casa.

Richiedi una consulenza gratis per risparmiare

I paesi in cui i beni immobili sono oggi sottovalutati

Come abbiamo inizialmente avuto modo di osservare, alcuni paesi europei vivono invece una condizione esattamente opposta. Sono paesi in cui i beni immobili sono sottovalutati. Tra i paesi che vivono una condizione di questo genere troviamo la Grecia in prima posizione, poi l’Italia e la Finlandia. In questi paesi è quindi proprio questo il momento giusto per fare un investimento immobiliare. Si ha infatti la possibilità di acquistare beni immobili che sino a qualche anno fa erano considerati ad alto pregio, ad un prezzo democratico accessibile per tutti.

La situazione negli altri paesi europei

In Portogallo, Germania, Spagna, Francia la situazione non è invece cambiata nel corso del tempo. La pandemia non ha avuto alcuna ripercussione sul prezzo dei beni immobili. Né sopravvalutati né sottovalutati, un mercato quello immobiliare che risulta piuttosto stabile.